Registrati ora  |  Accedi       
 
Home Video Categorie Membri Blog Immagini Libri FB Board Carica Video
 

Blog HomeLeggi l'articolo
  Menù
    Scrivi articolo
    Archivio generale
    Articoli in evidenza
    Articoli vari
    Commenti
    Link e risorse
  Ultimi articoli
28-08-14 - STORIE DI CONSAPEVOLEZZA
21-08-14 - Evoluzione
08-07-14 - Produzione casearia e cambiamento climatico
26-06-14 - Tutte le scuse portano al macello
29-05-14 - 2014... ...ancora necrofagia
28-05-14 - Esseri senzienti
  Articoli per categoria
Alimentazione e mondo Veg
Ambiente ed ecologia
Animali e religione
Antispecismo e biocentrismo
Appelli e richieste di aiuto
Caccia e pesca
Canili, gattili e randagismo
Circo, corrida e spettacoli
Diritti umani
Eventi, manifestazioni e incontri
Fuori dai luoghi comuni
Iniziative, campagne e proteste
La fabbrica degli animali
Leggi e norme
Liberazione Animale
Libri
Maltrattamenti e crudelta
Notizie ed avvenienti
Pelli e pellicce
Pensieri e riflessioni
Petizioni
Siti, link e risorse utili
Societa e sistema
Specismo e antropocentrismo
Storie e racconti
Trasporto animali
Video, inchieste e reportage
Vivisezione
  Manifesto Antispecista
Manifesto Antispecista
  Articoli per membro» espandi
  Contatore strage
5,468,732  Polli e Galline
269,534  Anatre
148,232  Maiali
102,118  Conigli
82,338  Tacchini
63,511  Oche
61,366  Pecore
41,109  Capre
34,794  Mucche e Vitelli
7,745  Roditori (esclusi i conigli)
7,507  Piccioni e altri uccelli
2,741  Bufali
477  Cavalli
357  Scimmie e asini
238  Cammelli e altri camelidi
 
Questo è il numero di animali uccisi nel mondo dall'industria della carne, del latte e delle uova da quando hai aperto questa pagina. Questo conteggio non include i miliardi di pesci e altri animali marini uccisi annualmente. Numeri basati sulle statistiche pubblicate da "Food and Agriculture Organization - USA".
  Blog Antispecista
Il blog di Laverabestia.org
  Disclaimer
Tutti i contenuti pubblicati dai membri di Laverabestia.org sono soggetti alle regole elencate nei termini d'uso del sito.

La pubblicazione di contenuti inseriti dai membri, con esclusione dei contenuti video, non subisce alcuna forma di moderazione preventiva.

L'amministratore di Laverabestia.org si riserva comunque il diritto di rimuovere articoli o contenuti non ritenuti idonei, non pertinenti alle finalità della video community o in violazione di dei suoi termini d'uso, impegnandosi alla loro valutazione ma senza tuttavia assumersi alcun obbligo di sorveglianza in merito.

Unici responsabili della veridicità e correttezza delle informazioni e dei contenuti pubblicati sono da ritenersi esclusivamente gli autori dei medesimi articoli.

Tutte le informazioni di questo sito vengono diffuse a titolo informativo ed in nessun caso devono o intendono sostituire le indicazioni di professionisti qualificati.

L'amministratore di Laverabestia.org e l'intestatario del relativo dominio, non possono in nessun caso essere ritenuti responsabili dei contenuti pubblicati dai membri della community.

Cerca nel blog  Cerca nel blog        Archivio generale      Feed del blog  Feed del blog        Scrivi articolo


Pubblicato il 25-01-12    Light off
L'Amore senza nome

Maiali.jpgC'è chi accusa coloro che mostrano compassione per gli animali di voler più bene ad essi che agli uomini. Sono in tanti a pensarla così, trasversalmente, sia tra i cristiani, che tra i laici, sia tra gli spiritualisti che tra gli atei, sia tra la gente ignorante che tra quella colta.

I seguenti titoli di giornale sono esemplificativi. Ne riporto alcuni presenti nel mio archivio, tra cui tre di sacerdoti e due d'illustri firme del giornalismo italiano, per capire di cosa sto parlando.

a) “Toh, il cinghiale vale più dell'uomo”, di Aldo Grasso [1]

b) “Ama la natura odia l'uomo”, sottotitolo: “Lentamente nasce il nazismo ecologico”, di Giuliano Zincone [2]

c) “Attenti, la gente conta più dei pesci” [3]

d) “Sembrano attribuire dignità agli animali invece intendono toglierla agli uomini” [4]

e) “Che rabbia! Pensare agli uccellini e dimenticare i bambini di Sarajevo” [5]

f) “Si fa tanto per i cani e si dimentica l'uomo”, di Don Matteo Pasut [6]

g) “Cui mior, i gjatuz o i fruz di Bosnie?”, di Don Rizieri De Tina [7]

h) “Quei movimenti animalisti, guarda caso nati in Germania”, di Don Pietro Degani [8]

Che a sostenere la contrapposizione tra l'amore per l'essere umano e quello per gli animali siano in maggioranza esponenti del clero o i loro fedeli, mi fa supporre che il pregiudizio specista sia per lo più appannaggio di una certa cultura giudaico-cristiana. Non è una novità, del resto e se ne discute ormai da anni.

Eppure non era animalista l'uomo di settantaquattro anni che è morto sbattendo la testa nel tentativo di salvare un gatto. E' successo in Svizzera pochi giorni fa e l'uomo è scivolato sul bordo umido della piscina di casa sua, mentre cercava di raggiungere un gattino che non riusciva a risalire. C'erano venti centimetri d'acqua sul fondo della vasca e l'uomo deve forse aver visto il gatto in difficoltà e aver deciso di salvarlo.

 

Ma purtroppo sembra che questo progetto ideale non incontri l'approvazione generale, specie quando si tratta di altre specie. Al momento attuale, gli animalisti rimangono figli di un Dio minore e quello dimostrato verso gli animali resta ancora un amore senza nome.

 

Blog Freeanimals


Autore e fonte del contenuto: L'autore e/o la fonte sono riportati nella parte iniziale o finale dell'articolo. Nel caso non risulti specificato nè un autore, nè una fonte, la paternità dell'articolo è da attribuirsi al membro che lo ha pubblicato, il quale ne assume conseguenzialmente anche la sua responsabilità. La relativa fonte e/o autore di ogni contenuto, ove riportati, devono essere sempre specificati in caso di condivisione del contenuto stesso. Per tutti gli altri contenuti quì presenti, pubblicati ma non condivisi o non attinti da fonti esterne a Laverabestia.org valgono le norme di licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0
Asteria  Inserito da  Asteria      Categoria  Fuori dai luoghi comuni       Condividi      
 
      Articoli correlati
L'avvelenamento e il doping da carne
Una bistecca e un prosciutto, si sa, non crescono sugli alberi. Gli animali definiti da carne vengono sottoposti a torture e violenze ...
E basta: Hitler NON era vegetariano!
Nei loro tentativi di screditare la liberazione animale, i necrofagi piu' cretini proclamano spesso che Adolf Hitler era un vegetaria...
“Mangio la carne e sto benissimo”
Questo è ciò che dicono alcuni quando noi vegetariani-animalisti, nel tentativo di informare e sensibilizzare, cerchiamo di metterli...
Latto-vegetariano per motivi etici? Qualcosa "non quadra"
1.000.000 tra vitellini da latte e vitelli, e oltre mezzo milione vacche vengono trucidate ogni anno (solo in Italia - dati ISTAT-Tavo...
 
   Nessun commento presente
 Vuoi commentare questo articolo?  Registrati ora per avere un account personale o accedi se sei già membro



 
Perchè questa Community | Aiuto | Contatti | Termini d'uso | Banner | Flash Player |  VIDEO |  BLOG | Creazione e Sviluppo by Gaspare Messina